Chiamaci subito al numero +39 0833575193

Vanno a ruba le perle immobiliari del Salento

Da in Articoli con 0 Comments


Villa in vendita Gallipoli www.sispropertyandtourism.co.ukwww.studioimmobiliarespano.it

Il Salento tira: è un tormentone che sa di slogan pubblicitario quello che gira tra gli operatori turistici e immobiliari; fatto sta che la tendenza, iniziata in sordina con un passaparola, da un paio d’anni a questa parte è esplosa in tutta la sua intensità. Così, località come Otranto e Gallipoli – rispettivamente “la perla dell’Adriatico” e “la perla dello Ionio” – si ritrovano spesso nei gossip riguardanti i vip che le frequentano (ultima avvistata a Gallipoli, Michelle Hunzicker con prole). Sulle preferenze non ci sono dubbi: «Gallipoli e Otranto restano in testa», dice Carlo Anastasia dell’agenzia Everest Prestige, specializzata in proprietà di prestigio. I valori immobiliari del tratto di costa che da Santa Maria di Leuca porta a Otranto, in realtà, si mantengono stabili da un paio d’anni (tra i 2.000 e i 3.000 euro al mq). Ciò che stupisce di Otranto (città di grande valore storico, il cui nome è legato agli 800 cristiani martirizzati dai Turchi nel 1480), è la ricchezza di soluzioni originali che gli agenti immobiliari propongono a chi ha la voglia – e la possibilità – di investire in qualcosa di insolito: una delle ultime offerte riguarda un fortino del XVI secolo in zona Riviera degli Haethei, con parco di 800 mq e un passaggio sotterraneo che porta direttamente al mare, il tutto per 550mila euro più spese di ristrutturazione (Immobiliare De Benedetto). Stabili anche i prezzi degli affitti: si parte da 800 euro nel mese di giugno per arrivare a 2.500 (in alcuni casi anche a 2.800) nel mese di agosto. Un capitolo a parte è costituito da Santa Maria di Leuca dove gli acquirenti cercano soprattutto immobili di lusso. «Sono molto richieste le proprietà nella zona centrale della città dove sono presenti splendidi palazzi storici e ville che si affacciano sul mare – spiega Christian Russo, consulente di Professionecasa -. Qui i prezzi vanno dai 3mila ai 4mila euro al metro quadrato».Dall’altra parte della costa sono ottime le prospettive per Gallipoli dove invece, secondo gli ultimi dati di Tecnocasa, le quotazioni sono salite dell’8,8% nel secondo semestre dell’anno scorso: nella zona del Lido si possono acquistare bilocali e trilocali in condomini costruiti dopo gli anni 70 a 1.100-1.200 euro al mq, sfiorando i 1.500 in caso di vista mare. Un’altra delle zone amate di Gallipoli, poco fuori dalla città, è Baia Verde che offre soluzioni di tipo residenziale – villette e palazzine basse – a circa mille euro al mq. In seguito agli interventi di ristrutturazione effettuati sulle abitazioni del centro storico, anche in questa zona sono aumentate le richieste, soprattutto da parte di imprenditori in cerca di case da adibire a bed&breakfast. E i prezzi sono aumentati di conseguenza, arrivando a toccare i 2mila euro a mq. Più abbordabili le locazioni: dagli 800 euro di giugno ai 1.500 di agosto. Nel tratto di costa che sale fino a Porto Cesareo (borgo marinaro famoso per le sagre di pesce fritto), un discorso a parte va fatto per Santa Caterina, località di villeggiatura prediletta dalla ricca borghesia e dai professionisti dei paesi limitrofi che hanno costruito le loro ville sulle alture circostanti il paesino, dando vita a una sorta di “Beverly Hills” del Salento. I prezzi sono inevitabilmente alti: tra i 1.300 e i 3.500 euro al mq per la compravendita e tra i mille e i 3mila euro al mese per gli affitti. La sorpresa di quest’anno, secondo Gabetti, è la marina di Lecce con San Cataldo in testa, che vanta i prezzi più alti (1.000-1.800 euro a mq). Negli anni 60 e 70, questa era la località di villeggiatura prediletta dai ricchi professionisti di Lecce: di questo passato sono testimonianza gli attrezzati stabilimenti balneari (come Lido York e Lido Mancarella) e le eleganti ville fronte mare. A farne ancora uno dei posti più apprezzati dai leccesi è l’estrema vicinanza alla città (accentuata dalla nuova tangenziale), le spiagge sabbiose, le ampie distese di pineta e la posizione geografica, proprio all’inizio del litorale che, passando dalle rinomate San Foca e Torre dell’Orso, porta a Otranto. Ma, secondo Vito Antonio Marti, imprenditore edile leccese e proprietario dell’albergo a 4 stelle Thalas di Torre dell’Orso, «il mercato delle località turistiche su questa porzione di costa soffre di una cronica carenza di offerta: il problema è che la maggior parte di queste località non dispone di aree per nuovi insediamenti a causa di strumenti urbanistici obsoleti e, in alcuni casi, inesistenti».
UN B&B IN CONVENTO
L’ideaÈ stato un amore a prima vista. Lord Alistair Mc Alpine, collezionista d’arte inglese, è diventato proprietario dell’antico convento bizantino di Santa Maria di Costantinopoli a Marittima di Diso, a poca distanza da Otranto. Aiutato dalla moglie, Mc Alpine ha trasformato le rovine in una villa e ha adibito tre camere a bed&breakfast. Le mura e la facciata dell’ex convento sono rimasti inalterati, ma gli interni sono stati interamente rifatti. L’offertaAl Convento non ci sono tv, telefono o Internet, ma libri da leggere nella tranquillità del chiostro sulla terrazza. La sera, ai bordi della piscina, si assiste alle performance di artisti locali. Marittima di Diso è una località immersa negli ulivi, tra Otranto e Santa Maria di Leuca, a due passi da Castro e dalla grotta della Zinzulusa e da Santa Cesarea Terme, con i suoi faraglioni e le architetture moresche.I prezziUna notte costa 250 euro con colazione e pranzo. Per informazioni e prenotazioni: esmeralda@winspeare.com.
PALAZZO ROLLO La location per gli amanti del barocco, a Lecce non esiste forse destinazione migliore di Palazzo Rollo. Il B&b si trova nel cuore del centro storico, a pochi passi da piazza Duomo e dalla basilica di Santa Croce, immerso nelle sculture e nei merletti intagliati nella pietra leccese. L’offerta Lo stesso Palazzo Rollo è un piccolo gioiello architettonico che offre suite arredate con mobili antichi e finiture di pregio. Una delle attrazioni è la terrazza, dove si può fare colazione o trascorrere le serate estive.I prezziUna notte in una suite costa 90 euro mentre per tempi più lunghi si può usufruire degli appartamenti, tutti con accesso dal cortile principale del palazzo. I costi degli appartamenti partono da 70 euro al giorno, per una settimana se ne spendono 450.Per informazioni: Palazzo Rollo, via V. Emanuele II 14, Lecce, tel. 328/9540585 info@palazzorollo.it
ACAYA GOLF
La collocazione L’Acaya Golf hotel & resort è una delle poche strutture a cinque stelle del Salento. A renderla suggestiva è la sua posizione negli agri di Acaya, una delle cittadelle fortificate medievali meglio conservate, fra il mare cristallino della costa adriatica e la natura dell’oasi faunistica delle Cesine. La strutturaComprende un campo da golf lambito da due laghi e una suggestiva Club house ospitata nella Masseria San Pietro, del XVII secolo dall’inconfondibile struttura a corte. Nella Club House si trovano sale per il relax, un bar, un ristorante, una boutique, docce e spogliatoi. Il primo piano ospita le camere, tutte insonorizzate e dotate dei migliori comfort e un giardino sul tetto panoramico. L’albergo mette a disposizione una spiaggia privata e una splendida piscina. È inoltre in fase di realizzazione un centro fitness attrezzato. I prezzi Nel periodo di alta stagione si parte da 210 euro per la doppia superior e da 250 per la doppia lux, compresa la prima colazione. Acaya Golf hotel & resort, Masseria S. Pietro, Acaya (Lecce). Per info e prenotazioni: 0832/861.385 (378 per il Golf club) – info@acayagolfclub.it.

Testo a cura di Valentina De Giorgi
Fonte: Il Sole 24 Ore del 05/08/06
http://www.casa24.ilsole24ore.com/fc?cmd=art&artId=811130&chId=47&artType=Articolo&back=0

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *