Chiamaci subito al numero +39 0833575193

Lecce, prima della prossima taranta – art. da Lonely Planet

Da in Articoli con 0 Comments

Anche Lecce ed il Salento prendono lo spazio che meritano sulle famose guide turistiche di Lonely Planet, leggete l’articolo di introduzione dal sito ufficiale di lonelyplanet.com.
Lecce e il Salento hanno appena iniziato a far parlare di sé. Nei prossimi anni questa città intagliata nella pietra e la terra in cui sorge saranno sempre più al centro dei sogni e delle conquiste dei viaggiatori. Per questo abbiamo inserito Lecce tra le città da non perdere nel 2010: un omaggio alla sua bellezza e alla sua economicità. Tutto ciò per dire che il momento giusto per visitare l’angolo più bello della Puglia è questo. Non aspettare la prossima estate, parti ora.
(santa croce, lecce, puglia)
Lecce è bella, felice e morbida (per le forme del suo barocco e l’indole mite degli abitanti) tutto l’anno e non aspetta luglio e agosto per fare festa. Metti in agenda di andarci già a dicembre, quando le sue strade saranno piene di aromi, dolcezza e frenesia per la Fiera di Santa Lucia, la tradizionale kermesse natalizia che inizia il 13 dicembre e dura meravigliosa e florida per una settimana. Acquista i pupazzetti di cartapesta della tradizione. Per comprarli cerca a colpo sicuro nelle vie che portano al Duomo e nei dintorni di Corso Vittorio Emanuele II.L’inverno in provincia di Lecce è semplicemente un’occasione in più per divertirsi. Prendi gennaio, per esempio, con le innumerevoli fiere dei paesi nei dintorni, come la Festa di Sant’Antonio a Novoli. Se hai in mente un break all’insegna della bellezza, del relax e della buona cucina (con un trionfo del vino, certo) non puoi scegliere destinazione migliore. In aprile, poi, il cuore della città batte più forte che mai con il Festival del Cinema Europeo. L’edizione del 2010 è già stata annunciata e porterà in città un bel movimento dal 13 al 18 aprile. Non è finita. Visto che a Lecce, come a Milano, a Kyoto o in Andalusia, buona parte della bellezza si nasconde nei cortili interni delle case, maggio è il mese giusto per assaporarla approfittando dell’iniziativa Cortili aperti. Occasione perfetta per vivere il punto di vista degli abitanti della città. L’estate, naturalmente, prima o poi arriva e qui a Lecce ha almeno due momenti clou. Si parte con Mediterranea estate, una serie di manifestazioni (di cui alcune gratuite) che dura tutta la stagione, con concerti di classica, ma anche commedie, teatro, danza e spettacoli di ogni tipo. Come spesso in questi casi, l’occasione è ottima per seguire gli eventi, ma soprattutto per partecipare a tutta la vita che gira intorno a loro. Agosto, infine, è il mese in cui la città celebra davvero se stessa con la festa di Sant’Oronzo, il santo patrono. Un momento talmente bello che qui dura tre giorni, dal 24 al 26 agosto. Perché consumare tutto in fretta? La bellezza va assaporata con calma.Alle porte di Lecce, a meno di mezz’ora di viaggio, si apre uno dei più belli e incontaminati territori del sud italiano. Parliamo della Grecìa Salentina, la porzione della Puglia che ha mantenuto il retaggio greco più forte. Qui vengono preservati antichi riti, magiche tradizioni e perle del folklore. Il più famoso è la Notte della Taranta di Melpignano (in pieno agosto), dedicato alla musica tradizionale della pizzica, una danza la cui origine si perde nella notte dei tempi e che veniva usata come terapia per curare le donne che si ritena fossero state avvelenate dal morso della tarantola.La nostra scelta: da queste parti tutto è bello, ma noi ti consigliamo di cominciare da Galatina, a meno 20 km a sud di Lecce. Qui si trova uno dei tesori artistici più belli del Salento, la Basilica di Santa Caterina con i suoi interni magnificamente affrescati. Da sola vale il viaggio, anche se non sei un patito dell’arte. Senza dimenticare che uno dei must per chi viene in Salento è una bella visita a una delle aziende locali di produzione vinicola o casearia. Questi sono i ricordi più ghiotti da portare a casa. Salento e mare: per prima cosa lanciamo una provocazione. E se le località di mare del Salento dessero il meglio di sé lontano dall’alta stagione? A te il piacevole compito di verificare.
(santa caterina di nardò, puglia, italy)
Per noi il posto in cui vale davvero la pena fare la prova è un piccolo ed elegante paesino della Costa Ionica: Santa Caterina. La costa rocciosa nei dintorni è piena di grotte ed è una magnifica location per fare immersioni. Tra febbraio e maggio, inoltre, le forti correnti fanno di questo luogo uno dei preferiti dagli appassionati di kite surf. Non c’è niente da fare: volare alto in Puglia non è mai stato così facile.
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *